22.09.2012

Cyprian Norwid, Il pellegrino


C’è uno stato sopra tutti gli stati
Che s’innalza come una torre sopra casupole
Rompendo le nuvole…

Voi pensate che io non sia un Signore
Perché la mia casa è mobile,
Fatta di pelli di cammello…

Ma io mi sono radicato nel grembo del cielo
Che mi rapisce l’anima
Facendone una piramide!

E ho tanta di questa terra
Quanto ne copre il mio piede
Finché cammino!...

Brak komentarzy:

Publikowanie komentarza